Anna Iannaccone

Personal Trainer
Chinesiologa

Blog

La valutazione della composizione corporea a la personalizzazione dell'allenamento. Il ruolo del Personal Trainer

Posted by annaiannapt@gmail.com on 23 maggio 2019 alle 02.25


Il primo passo per poter organizzare una scheda di allenamento veramente personalizzata e un'alimentazione appropriata, è la conoscenza oggettiva della composizione corporea. Attraverso il test di bioimpedenziometria (BIA), è possibile sapere da cosa è composto il nostro peso corporeo ed è possibile ottenere una serie di valori fondamentali per poter proporre un corretto allenamento e un’alimentazione appropriata.


In particolare, se il Personal Trainer non conosce lo stato di idratazione del cliente, rischia di impostare un allenamento non adatto al soggetto e non funzionale agli obiettivi prefissati. Il bioimpedenziometro è uno strumento altamente professionale che consente al Personal Trainer di conoscere dati importanti prima di proporre uno schema di allenamento, e poter distinguere un soggetto tendenzialmente sotto stress o in sovrallenamento da un soggetto con buona massa cellulare e buone capacità di recupero, piuttosto che una persona disidratata da una in ritenzione idrica. Questi valori andranno verificati nel tempo ma da subito possono essere utilizzati per dosare l’allenamento e l’alimentazione in funzione della situazione oggettiva del soggetto, e per proporre allenamenti realmente personalizzati sia nell'intensità che nella durata. Un programma di allenamento che sia realmente personalizzato, sia in ambito fitness sia in ambito sportivo, deve necessariamente partire da una approfondita anamnesi iniziale e dalla raccolta dei dati del cliente, valutando la sua composizione corporea, gli aspetti posturali e funzionali, la resistenza, la forza, la flessibilità.


Sono una Personal Trainer specializzata nella composizione corporea e nella programmazione dell’allenamento. Mi occupo inoltre di allenamento individualizzato in funzione degli obiettivi dei clienti (forza, ipertrofia, “tonificazione”, performance sportiva, fitness) di allenamento funzionale e di ginnastica posturale. Esercito la mia professione nel mio studio PT a Bologna.Utilizzo la metodica bioimpedenziometrica per la valutazione della composizione corporea con gli strumenti migliori: AKERN e BIOTEKNA. 


Come si esegue il test di bioimpedenziometria? Si fa sdraiare il soggetto e tramite il posizionamento di 4 elettrodi, due sulla mano e due sul piede, si misura la resistenza e la reattanza del suo corpo. Questi due valori verranno poi inseriti nel software in dotazione, grazie al quale verranno estrapolati una serie di dati:

BCM: (MASSA CELLULARE): è la componente metabolicamente attiva dell'organismo. Ogni persona ha una BCM minima sotto la quale è sconsigliato scendere, causa diminuzione sia della massa muscolare magra che del metabolismo. E' il valore fondamentale che occorre monitorare nel tempo, e che ci permette di capire se la persona è malnutrita ed in overtraining.

TBW: (TOTAL BODY WATER): è il maggior componete dell'organismo, per questo la corretta determinazione costituisce la base per stimare i parametri di forma fisica. Se l'acqua è nella norma tutti i parametri misurati dalla BIA saranno attendibili, quindi di conseguenza anche la plicometria risulterà corretta.

BCMI: (INDICE DI MASSA CELLULARE CORPOREA): è il rapporto tra la BCM E l'ALTEZZA del soggetto. Indica lo stato nutrizionale del soggetto. Valori inferiori ad 8 per le donne e a 10 per gli uomini indicano Malnutrizione.

PA: (ANGOLO DI FASE): misura la relazione fra resistenza e reattanza. In un soggetto sano questo valore è compreso tra 6 e 7 gradi. Valori sotto i 5 gradi indicano una rottura delle membrane cellulari o un accumulo di fluidi extracellulari (ritenzione idrica). Valori intorno ai 10 gradi indicano forte disidratazione o BCM superiori alla norma, come nel caso di sportivi professionisti.

NA/P: (SCAMBIO SODIO POTASSIO): è un valore molto importante che ci indica il buon funzionamento o meno della cellula. Il valore ideale è un rapporto di uno a uno fra sodio e potassio. Se il valore sale fino a 1,6 vuol dire che è entrato nella cellula il 60% in più di sodio, quindi siamo in presenza di forte ritenzione idrica (iperidratazione) e malnutrizione proteica. Se il valore scende a 0,6 siamo in presenza di forte disidratazione e malnutrizione energetica (occorre aumentare le calorie giornaliere).

Oltre a questi valori la BIA è in grado di misurare il Metabolismo Basale, che è direttamente collegato con la quantità di BCM del soggetto, l'acqua intra ed extracellulare, ed il rapporto tra massa intra ed extracellulare.


(AKERN BIA 101 BIVA)

Categorie: Fisiologia, Allenamento, Benessere

Pubblica un commento

Attenzione.

Oops, you forgot something.

Attenzione.

Le parole inserite non corrispondono al testo fornito. Riprova.

Already a member? Accedi

4 commenti

Rispondi wsfdgsdfsfdg https://www.google.com/
alle 23.37 Eel 10 luglio 2020 
Rispondi cialis order online
alle 21.17 Eel 29 agosto 2020 
dosis del viagra cirway
url=https://biracialism.com/ says...
buy cialis professional
CHACYDAUFF viagra cialis compare Rersitrure cialis for sale Gararase Comprar Viagra Internet Foro
Rispondi cialis pills for sale
alle 18.14 Eel 15 settembre 2020 
Cialis 20 Ou Acheter cirway
url=https://biracialism.com/ says...
Cialis
CHACYDAUFF Zithromax Gout Rersitrure brand cialis online Gararase Penacillin Allergy Cephalexin
Rispondi rardToozy
alle 09.17 Eel 25 settembre 2020 
https://cpbldi.com/54d2fc8


url=https://opensource.com/users/mertisawes says...
KKH Moisturizer Energy Drink JUNE 2020


kw:
How Much Money Does KIM KARDASHIAN HOLLYWOOD Make OCTOBER 2020
Kim Kardashian OCTOBER 2020
KIM KARDASHIAN HOLLYWOOD Hack IOS No Human Verification OCTOBER 2020