Anna Iannaccone

Personal Trainer
Chinesiologa

Blog

Il recupero funzionale del ginocchio

Posted by annaiannapt@gmail.com on 13 gennaio 2015 alle 05.05


I traumi del ginocchio riguardano essenzialmente le lesioni meniscali (lesioni della cartilagine) e le rotture dei legamenti, in particolare del crociato anteriore.
Questi traumi sono tipici di chi gioca a calcio, ma possono accadere a tutti gli sportivi. E la casistica non si esaurisce qua. A volte, anche un semplice incidente sugli sci può causa traumi che prevedono un lungo e faticoso periodo di riabilitazione. La rottura del piatto tibiale, per esempio, riguarda la rottura della tibia in prossimità del ginocchio.
Si tratta della parte superiore dell’osso della gamba, dove si forma l’articolazione del ginocchio. Questo tipo di frattura può essere trasversale, multipla e intra-articolare.

L’organizzazione del recupero postchirurgico sarà differente a seconda del tipo di intervento e dal decorso postoperatorio del paziente. Ma è possibile fissare il recupero in 3 fasi.


Fase 1 – Ripresa dell’autonomia

In questa prima fase interviene il fisioterapista che, in accordo con gli specialisti, stabilisce tempi, modi e carico di lavoro.

Sono previsti esercizi passivi e attivi per l’estensione, per la flessione e di rinforzo muscolare.
Lo scopo è di far recuperare la mobilità passiva e attiva e di ridurre l’infiammazione.


Fase 2- Recupero del trofismo, della forza e della coordinazione.
Questa seconda parte del recupero può essere eseguita dal fisioterapista ma, con l’approvazione dello specialista, si può iniziare un programma di recupero in palestra. Qui entra in gioco il Personal Trainer, che lavorerà confrontandosi con il fisioterapista sui risultati raggiunti.
E’ una fase molto importante per recuperare il tono della muscolatura. Gli esercizi da eseguire sono a catena chiusa, quelli cioè che permettono il movimento contemporaneo delle articolazioni dell’anca, del ginocchio e della caviglia, coinvolgendo in questo modo diversi gruppi muscolari.

Gli esercizi da eseguire sono:

-mini squat e squat
-alzate e sedute dallo sgabello
-step machine
-esercizi in carico con la palla
-pressa

Più avanti è possibile introdurre esercizi a catena cinetica aperta specifici per il quadricipite, che contribuiscono con efficacia al recupero muscolare:

-esercizi isometrici
-esercizi a resistenza elestica a range completo e a range limitato per stimolare maggiormente il quadricipite

Questa fase di lavoro prevede anche il rinforzo dei flessori della coscia.


Fase 3- Miglioramento dello stato di forma generale

Questa terza fase di recupero sarà di competenza del Personal Trainer, che avrà il compito di programmare un lavoro per ottenere l’eliminazione completa degli schemi antalgici, la ripresa del normale ritmo di vita quotidiana e il recupero del gesto atletico per riprendere un’attività sportiva.
Il programma, oltre al rinforzo muscolare, prevede esercizi per riprendere i comuni gesti atletici e la coordinazione.

Dopo questa fase, il recupero della forma fisica generale e specifica del ginocchio riporterà la persona, un po’ alla volta, alle sue abitudini.

 

 

Categorie: Allenamento

Pubblica un commento

Attenzione.

Oops, you forgot something.

Attenzione.

Le parole inserite non corrispondono al testo fornito. Riprova.

Already a member? Accedi

3 commenti

Rispondi antonio di buono
alle 09.26 Eel 15 gennaio 2015 
Cara Anna, questi suggerimenti sicuramente saranno utili a persone che hanno avuto questo genere di problemi.
Rispondi viagra vs cialis
alle 03.40 Eel 26 agosto 2020 
Cheap Propecia University Of Kentucky cirway
url=https://artsocialist.com/ says...
cialis price
CHACYDAUFF Viagra Einnahme Gesundheit Rersitrure Cialis Gararase Brevoxyl
Rispondi cialis 40 mg
alle 15.56 Eel 20 settembre 2020 
Without Prescription Pharmacies India cirway
url=https://asocialiser.com/ says...
Cialis
CHACYDAUFF ou acheter cialis en confiance Rersitrure cheap cialis online Gararase video cialis injection